5
Strata

Di solito, il gruppo che dopo una (semi)lunga carriera nelle major si autoproduce non offre una prova artistica convincente. Perché a gestirsi all’improvviso in autonomia si capisce quanto fosse comodo avere alle spalle un’etichetta che pagasse le bollette, prenotasse gli studi, mandasse qualcuno – stipendiandolo – a darti una mano. Non raccontiamoci balle: la voglia di essere indipendenti, di fare da soli, di non avere condizionamenti… può avere senso se sei i Radiohead, altrimenti è un indorare la pillola. Altrimenti sei tu che cerchi di nasconder(ti) la verità che non ti vogliono più. Almeno non come prima. Un alone di negatività che in filigrana corrode l’ispirazione, indebolisce le soluzioni sonore, confonde le idee nei testi. Ecco: 5 dei Lamb non è tutto questo. È davvero l’eccezione che conferma la regola. Ha bisogno di alcuni ascolti, questo sì: perché la prima impressione è che sia più che discreto, ma meno incisivo rispetto agli episodi migliori firmati da Lou e Andy. Verso il terzo giro capisci però che è solo maggiore maturità. Meno ansia e urgenza di stupire. Vero, non ci sono picchi, non c’è una Cotton Wool (una delle canzoni più perfette di tutti i tempi) o non c’è un “filotto” pazzesco come quello che apriva Fear Of Fours (accidenti, sono già trascorsi dodici anni…), ma al tempo stesso mancano anche le cadute di tono e i brani troppo involuti che in passato negli album targati Lamb erano purtroppo una costante. I due non si sforzano di cambiare suono o di risultare ipercontemporanei: non ne hanno bisogno, perché ai loro esordi erano dieci anni avanti a tutti (tutti ad ascoltare la voce di Lou e le melodie, nessuno a capire quanto geniali e in anticipo sui tempi fossero le architetture sonore e il modo di fondere digitale con analogico), e ora possono quindi vivere di rendita. La cura produttiva è altissima, il mixaggio perfetto. Quindi? Quattro stelle: una è un bonus per il discorso di cui ad inizio recensione.

tratto dal Mucchio n°683

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....