llams
Lay Llamas

Ostro

Rocket Recordings
8.5

Quando, su un tappeto di input elettronici, Ancient People Of The Stars sale in un crescendo di pulsazioni morriconiane, la sensazione, provata invero solo in sogno, è di essere su un’astronave che sta abbandonando l’atmosfera terrestre. Quella di Ostro è un’esplorazione spaziale, che non stonerebbe come colonna sonora dell’Odissea di Kubrick, durante la quale sembra di entrare in contatto con forme di vita altre, per poi fare ritorno a casa sui suoni narcotici della conclusiva Voices Call.

Lay Llamas è il progetto veneto-siciliano di Nicola Giunta e Gioele Valenti (già Herself), iniziato nel 2012 con una cassetta per Jozik Records – in cui compariva un titolo programmatico come African Spacecraft (2092 AD: lift-off, journey and landing) – e che oggi esordisce sulla lunga distanza per Rocket (l’etichetta inglese dei Goat, che pubblica pilastri psichedelici come Heads, Gnod e White Hills).

In Ostro c’è la musica cosmica di Popol Vuh e Amon Düül, beat afro-dub-alieni, echi di library music italiana anni 60 e 70, “post punk pagano” (Cabaret Voltaire, Suicide), suggestioni arcaiche e futuriste plasmate in una psichedelia che non rinnega la forma canzone, riuscendo a innescare e perpetuare un’ipnosi mistica dai ritmi ossessivi o dilatati a seconda della fase del viaggio. Che, secondo noi, durerà (almeno) fino al fatidico mese di dicembre.

Commenti

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...