thomson l
Linda Thompson

Won’t Be Long Now

Pettifer Sounds
7.5

Linda Thompson torna dopo sei anni con Won’t Be Long, che trasporta dentro le atmosfere del folk inglese più classico. Mezza traccia e tornano alla mente Fairport Convention, Steeleye Span, Pentangle, Sandy Denny. Ci sono tutti gli elementi nel sound, nello stile, nel tocco di partecipazioni importanti come quelle di Richard Thompson (che l’accompagna alla chitarra su Love’s For Babies And Fool, bel brano che ha il sapore dei loro dischi insieme), Dave Swarbrick al fiddle, Martin Carthy alla chitarra. Il figlio Teddy prende parte come musicista e autore, raggiunto su pezzi come As Fast As My Feet da altri membri della famiglia, tipo la sorella Kami. È proprio Teddy a firmare intense ballate come Father Son Ballad e la title track. Non mancano le presenze interessanti anche dal fronte newyorkese, dove l’album è stato in buona parte registrato, con Amy Helm (figlia di Levon) alla voce, Jeff Hill (per diversi anni nella band di Rufus Wainwright) al basso e il talentuoso Jason Crigler alla chitarra.

La voce intatta di Linda, autrice o coautrice della metà delle tracce, la conferma interprete capace di grande intensità e profondità espressiva. Il lavoro oscilla tra ballate dai toni medioevali, atmosfere genuinamente tradizionali (con due veri traditional come Paddy’s Lamentation e Blue Bleezin’ Blind Drunk), tematiche antiche come il mare, l’amore che soffre e quello che attende. Per chi insegue le sorprese non è il disco giusto. Chi invece cerca un album suonato a meraviglia, testimone di come la scena del folk-rock inglese sia ancora viva e più che mai legata al brand musicale che l’ha resa storica, lo apprezzerà moltissimo.

 

 

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...