ONE GOOD THING
Motion Audio/Family Affair

In Italia non ce ne siamo accorti più di tanto, abbacinati da nomi e trend più scintillanti, ma Louise Rhodes non è solo quella-dei-Lamb: il suo esordio solistico intitolato Beloved One, del 2006, aveva ricevuto una nomination al “Mercury Prize”, una delle poche nomination al mondo ad avere ancora dignità qualitativa (altro che le monnezze à la Grammy Awards o MTV questo e quello, che però ovviamente hanno esposizione sui media tristemente vastissima). Camminava da sola sulle proprie gambe proprio per bene, Louise, e anche il successivo Bloom era davvero un bel lavoro. Tristi eventi personali – la morte della sorella – tagliarono a metà tutta la promozione e il tour attorno a quel secondo album, col risultato che la sua carriera è rimasta ancora inespressa, almeno rispetto al potenziale cristallino dell’artista. Vediamo se ora, con One Good Thing, tutto va dove deve andare. Ovvero, vediamo se ci si accorge che Louise in questa sua identità folk vale tanto quanto un Damien Rice, se non di più, e quindi meriterebbe platee e attenzioni conseguenti. Vediamo se si apprezza la purezza produttiva, perché vi sfidiamo a trovare un lavoro dove le registrazioni di voce e chitarra siano più nitide, vive e splendenti. Vediamo se si apprezza la classe fuori dall’ordinario di un’interprete che ormai usa la voce non solo con abilità tecnica ma anche con gusto, sapendo perfettamente quanto e quando è il momento di modulare; e che tra l’altro in questa occasione, più ancora che in altre, confeziona alcune canzoni bellissime, dalla forma, struttura e arrangiamenti semplicemente perfetti (ne citiamo tre: la title track d’apertura, Baby, la spazialità americana più ancora che britannica di Circles). Non bisogna aspettarsi dalla Rhodes liriche spiazzanti o mefistofeliche, sia chiaro, ma la sua grazia qui non è mai stucchevole, filtrata in questo caso da un’ombra più scura e adulta rispetto al passato, anche rispetto a quanto fatto coi Lamb. E quindi: un piccolo gioiello, chitarra voce e pochissimo altro. Uno di quegli ascolti che riconcilia col mondo.

tratto dal Mucchio n°668

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...