lanegan-imitations-album-500x500
Mark Lanegan

Imitations

Heavenly/Pias
6.5

A un anno da che ha ricominciato a giocare da titolare Mark Lanegan continua a soffrire i sintomi del Morbo di Oldham, quell’irresistibile pulsione a suonare di continuo e con chiunque capiti di lì. Pochi mesi fa lo recensivamo in coppia con Duke Garwood e ora eccolo ri-ritornato, per giunta con una raccolta di cover, classica giocata da chi è a corto di ispirazione. C’è però un precedente importante, quel I’ll Take Care Of You che in tanti, interessato compreso, giudicano tra le cose migliori della sua carriera. Se allora, come da titolo, faceva fede il legame affettivo verso canzoni e nomi in scaletta, in Imitations conta la volontà di rifarsi ad un canone diverso. Tra una Sinatra (Nancy) e l’altro (Frank) si insinua anche qualche vecchia conoscenza (John Cale, Chelsea Wolfe, Nick Cave…), ma meglio si apprezzano i momenti in cui cerca il corpo a corpo con la tradizione del crooning. Magari il motivo per cui Lanegan ama tanto apparire nei dischi altrui è questo: poter essere nient’altro che voce. Inciampa in eccessi di zelo (il cantato francese tra gli archi di Elegie Funebre) e qualche banalità (Autumn Leaves e la brechtiana Mack The Knife raschiano il fondo del barile che manco le strenne natalizie di Bing Crosby), ma lo sforzo gli vale come prova da cantante. Un mero esercizio di stile? Forse. Però, consentiteci, che stile!

Pubblicato sul Mucchio 710

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....