master-musicians-of-bukkake-far-west-album-art
Master Musicians Of Bukkake

Far West

Important Records
7.5

Il nome, in effetti, fa sorridere. La musica, meno. Da dieci anni i Master Musicians Of Bukkake tessono le trame diaboliche di una psichedelia che unisce i territori polverosi d’Occidente con i suoni mistici d’Oriente, caricando di un’aurea sinistra ognuno dei viaggi percorsi dall’esordio The Visible Sign Of The Invisible Order fino all’ultimo Far West. Un’attitudine che si riflette, tornando al nome, in alcuni riferimenti genericamente “world” del collettivo marocchino “di riferimento” – i Master Musicians Of Jajouka, resi celebri dalle nostre parti da Brian Jones – e, forse, nell’aspetto “ritualistico” della pratica del Bukkake. Con base a Seattle, il collettivo guidato da Randal Dunn (già noto per le collaborazioni con Sunn O))), Earth e Boris) ha incrociato negli anni doom e gamelan music, chitarre elettriche e percussioni esotiche, cerimoniali horrorifici e spiritualità pagana. Gli episodi della trilogia Totem, di cui l’ultimo è datato 2011, sono la religiosa testimonianza di un poderoso viaggio al centro della Terra, percorso rigorosamente attraverso moti circolari. Far West segna un ritorno nel mondo dei vivi caratterizzato da toni epici e, in un certo senso, più raffinati che in passato. Il cerimoniale mantiene la sua atmosfera oscura, ma l’album suona più maestoso, quasi classico, colto, nei suoi arrangiamenti. Synth analogici, ampi spazi “progressivi”, chitarre acustiche americane e inquietudini a tratti metropolitane (il tutto già racchiuso nella traccia d’apertura White Mountain Return) trascinano come da titolo i MMOB verso Occidente. Non che manchino le suggestioni mantriche (Gnomi), ma anche i gong profumati d’Oriente echeggiano meno distanti sulle stratificazioni da soundtrack di Cave Of Light The Prima Materia o sull’inquietudine spettrale di You Are A Dream Like Your DreamerThe Dark Peace. L’equilibrio raggiunto dal collettivo, che asciuga l’aspetto freak mantenendo la propria sostanza allucinatoria, arriva in Circular Ruins, probabilmente ispirato all’altrettanto visionario Jorge Luis Borges.

Pubblicato sul Mucchio 708/709

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...