Matmos cop
Matmos

The Marriage Of True Minds

THRILL JOCKEY/GOODFELLAS
7

Stavolta Drew Daniel e Martin Schmidt hanno superato se stessi. Com’è possibile, vi chiederete? Dopo aver fatto dischi con rumori meramente odontoiatrici o presi da interiora di bovino? È possibile, oh sì, è possibile In attesa di eventuali ep realizzati percuotendo pelli di ornitorinco, i nostri eroi si sono buttati sul mentale: hanno allestito varie session in cui rapivano amici e conoscenti, li ponevano in uno stato di deprivazione sensoriale (no luce, no rumori…), comunicavano loro telepaticamente le idee che dovevano stare alla base di questo nuovo album – sì avete letto bene: “comunicavano telepaticamente” – e oplà, alla fine dell’atipico procedimento raccoglievano spunti e idee dai poveri segregati (o, più misteriosamente, trascrivevano gli stimoli mentali partoriti da queste complicate sedute).

Ci sarebbe da essere preoccupatissimi, a immaginare cosa potrebbe venire fuori da un modus operandi del genere. Di sicuro qualcosa di molto palloso, a scanso di equivoci. Ma è anche vero che il Ganzfeld EP uscito un paio di mesi fa come anteprima di questo ritorno matmosiano era fra le cose migliori che Daniel e Schmidt avessero mai prodotto, annunciandoli così in grandissima forma. In effetti The Marriage Of True Minds è l’esatta mediana di queste due considerazioni contrapposte. Ha momenti di altissima classe, vedi l’iniziale You, così come ha parti inutilmente onanistiche e/o cervellotiche, soprattutto nella sua seconda metà. Il giudizio finale comunque scavalla con decisione la sufficienza: un po’ perché l’approccio mentalistico (psicotico?) si sente veramente, in alcune soluzioni soprattutto di struttura, mixaggio ed equalizzazione, ed è una cosa tra il divertente e l’affascinante; un po’ perché i Matmos restano e si confermano molto, molto bravi. Quando vogliono. Quando non si fanno prendere la mano da se stessi. Però, ecco, è anche vero che chieder loro di non farsi mai prendere da un gioioso autocompiacimento è come invitare Berlusconi a limonare con la culona inchiavabile.

Pubblicato sul Mucchio 703

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...