Matmos cop
Matmos

The Marriage Of True Minds

THRILL JOCKEY/GOODFELLAS
7

Stavolta Drew Daniel e Martin Schmidt hanno superato se stessi. Com’è possibile, vi chiederete? Dopo aver fatto dischi con rumori meramente odontoiatrici o presi da interiora di bovino? È possibile, oh sì, è possibile In attesa di eventuali ep realizzati percuotendo pelli di ornitorinco, i nostri eroi si sono buttati sul mentale: hanno allestito varie session in cui rapivano amici e conoscenti, li ponevano in uno stato di deprivazione sensoriale (no luce, no rumori…), comunicavano loro telepaticamente le idee che dovevano stare alla base di questo nuovo album – sì avete letto bene: “comunicavano telepaticamente” – e oplà, alla fine dell’atipico procedimento raccoglievano spunti e idee dai poveri segregati (o, più misteriosamente, trascrivevano gli stimoli mentali partoriti da queste complicate sedute).

Ci sarebbe da essere preoccupatissimi, a immaginare cosa potrebbe venire fuori da un modus operandi del genere. Di sicuro qualcosa di molto palloso, a scanso di equivoci. Ma è anche vero che il Ganzfeld EP uscito un paio di mesi fa come anteprima di questo ritorno matmosiano era fra le cose migliori che Daniel e Schmidt avessero mai prodotto, annunciandoli così in grandissima forma. In effetti The Marriage Of True Minds è l’esatta mediana di queste due considerazioni contrapposte. Ha momenti di altissima classe, vedi l’iniziale You, così come ha parti inutilmente onanistiche e/o cervellotiche, soprattutto nella sua seconda metà. Il giudizio finale comunque scavalla con decisione la sufficienza: un po’ perché l’approccio mentalistico (psicotico?) si sente veramente, in alcune soluzioni soprattutto di struttura, mixaggio ed equalizzazione, ed è una cosa tra il divertente e l’affascinante; un po’ perché i Matmos restano e si confermano molto, molto bravi. Quando vogliono. Quando non si fanno prendere la mano da se stessi. Però, ecco, è anche vero che chieder loro di non farsi mai prendere da un gioioso autocompiacimento è come invitare Berlusconi a limonare con la culona inchiavabile.

Pubblicato sul Mucchio 703

Ultime recensioni Musica
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...
sleaford_mods_english_tapas_grande
Sleaford Mods

English Tapas

7

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156
Grandaddy

Last Place

8

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One
Noveller

A Pink Sunset For No One

8

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...