COVERGIOVANARDI_4
Mauro Ermanno Giovanardi

Il mio stile

Produzioni Fuorivia/Egea
8

Come tutti al mondo un giorno dovrò dire addio / Ma se c’è un segno che posso lasciare / Voglio che almeno sia il mio”. Mauro Ermanno Giovanardi il suo segno sulla canzone italiana l’ha già lasciato eccome, prima con i La Crus – che esordirono vent’anni fa coniugando tradizione ed elettronica – e poi con una carriera solistica abbozzata con Cuore a nudo del 2007 e definitivamente inaugurata con Ho sognato troppo l’altra notte? del 2011, trainato dal singolo sanremese Io confesso. Dopo le cover di Maledetto colui che è solo, in compagnia dei Sinfonico Honolulu, è tempo di ritornare su materiale inedito. Il songwriter lombardo lo fa conservando una schiettezza emotiva dall’estrema cura lirica ma senza troppi giri di parole. Background new wave, spirito r’n’r e amore per la grande scrittura: Nick Cave, Scott Walker, Serge Gainsbourg. L’austerità da crooner, sostenuta da un canto sempre profondo, è comunque stemperata dalla gioia melodica che pervade ogni nota, in linea con una filosofia pop dai numerosi riferimenti.

Prodotto con Leziero Rescigno e Roberto Vernetti, Il mio stile introduce persino novità di rilievo: via l’orchestra d’archi, sostituita da un quartetto vocale e fiati mai così ricchi. Come un Luigi Tenco arrangiato da Luca Sapio in un film di Quentin Tarantino. Velluto nero e sentimento selvaggio, per il lavoro più soul e sensuale di Joe: il manifesto di Sono come mi vedi, il gospel westernato di Se c’è un Dio, l’eleganza Seventies di Su una lama, la morriconiana Aspetta un attimo, il calore black di Quando suono, il folk d’autore di Più notte di così, una Anche senza parlare composta da Gianmaria Testa con elettricità e ritornello aperto. Le immancabili ballate: Tre volte e Come esistere anch’io fanno centro, per non dire dell’intimismo struggente di una Nel centro di Milano che si collega al passato di Dietro la curva del cuore. La rilettura di Il tuo stile di Leo Ferrè fornisce l’assist per il titolo dell’album e ribadisce che in fondo è la classe a fare la differenza.

Commenti

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...