OUT OF OUR MINDS
Roadrunner/Warner

Fuori di testa lo è sicuramente e nel senso più nobile del termine, Melissa Auf der Maur. Dopo l’omonimo, solido esordio del 2004, la celebre ex bassista di Hole e Smashing Pumpkins ritorna sulle scene con un coraggioso progetto multimediale sviluppato nell’arco di tre anni e articolato in un concept album, un film per la regia di Tony Stone – presentato al Festival di Sundance e caratterizzato da incidenti d’auto, boschi sanguinanti, vichinghi e realtà parallele – e un fumetto illustrato da Jack Forbes. Al di là della capacità di scrivere brani che miscelano aggressività e melodie infettive, l’artista canadese ribadisce di essere in primis un’ottima musicista: il disco, senza mezze misure e difficilmente inquadrabile, è al tempo stesso un’ideale colonna sonora e una raccolta di vere e proprie canzoni. Produzione emixaggio sono curati da un team prestigioso che schiera Jordon Zadorozny, Chris Goss, Alan Moulder e Mike Frazer,mentre le dodici tracce rivelano in un colpo solo l’amore per Black Sabbath e Kyuss così come per Smiths e Blondie. Si rimane non di rado spiazzati, sia per il tono estremamente epico che contraddistingue il tutto sia per la bizzarra varietà di soluzioni adottate: riff incendiari, staffilate elettriche, cori filo-fantasy, groovosi effetti sintetici, tasti schizofrenici, battiti cardiaci, atmosfere inquietanti, onde che si infrangono, testi dall’immaginario preraffaellita, dettagli finemente scolpiti. Si va da cavalcate con sporadici inserti vocali (l’ossessiva Hunt, posta in apertura) a strumentali di enfatica suggestione (Lead Horse), da reminiscenze stoner rielaborate in ottica moderna (la title track) a episodi in cui il ritmo sconfina in cerniere semi-funk (Isis Speaks o 1000 Years), da numeri screziati di pop Eighties (Follow The Map e Meet Me On The Dark Side) e sciamaniche ballate in crescendo (The Key) a frecce dal retrogusto ancestrale (22 Below), da esperimenti fra acustiche medievaleggianti e propaggini space (This Would Be Paradise) a un melodrammatico, vibrante duetto con Glenn Danzig (Father’s Grave). Un piccolo universo onirico virato in rosso.

tratto dal Mucchio n°669

Ultime recensioni Musica
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...