The Hawk Is Howling
Wall Of Sound/Self

Se pensiamo alla recente attività dei Mogwai nel campo delle colonne sonore (“Zidane: A 21st Century Portrait, The Fountain”) e aggiungiamo il dettaglio che in cabina di regia per questo loro ultimo lavoro c’è Andy Miller, con cui gli scozzesi non collaboravano da un decennio, ecco che, ancor prima di sentirlo, viene naturale immaginare “The Hawk Is Howling” come una sorta di ritorno al passato. Supposizione che, alla prova dei fatti, si rivela vera solo nella misura in cui nell’album non viene fatto uso di voci, perché per il resto i Mogwai di oggi si confermano più adulti e meno esplosivi e fracassoni rispetto a quelli dei primi tempi (i nostalgici comunque si possono consolare con la recente ristampa di “Mogwai Young Team”). Non che qui manchino le distorsioni – come dimostrano una tempesta sonica come “Batcave”, la cavalcata conclusiva “The Precipice” e “I Love You, I’m Going To Blow Up Your School” – ma in generale la ricerca dell’assalto sonoro rimane quasi sempre in secondo piano rispetto alla creazione di tessiture di atmosfera. Valga come esempio “I’m Jim Morrison, I’m Dead”, la cui progressiva stratificazione di suoni liquidi si quieta e si ricompone un attimo prima di una deflagrazione che pareva inevitabile.
Più che l’aggressività, quindi, prevale un peculiare e malinconico romanticismo, che ammanta “Danphe And The Brain” (con le note sporche della chitarra a sposarsi con quelle cristalline di glockenspiel e pianoforte, prima che una pennellata di elettronica scombini le carte in tavola), “Thank You Space Expert” e l’evocativa “Local Authority”. Maggiormente cupe e minacciose, di contro, le tonalità di Scotland’s Shame, ove la vivace “The Sun Smells Too Loud” regala un riff semplice ma di un’orecchiabilità assoluta. Anche senza eguagliare i fasti di “Come On Die Young” e senza vere sorprese, ce n’è più che a sufficienza per garantire a Stuart Braithwaite e soci un presente da protagonisti e non da meri comprimari.

 

Ultime recensioni Musica
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...