Già a partire dal lungo titolo del nuovo album si può intuire che Murubutu non è un MC come tutti gli altri: sono due le chiavi di lettura, la prima riguarda Gli ammutinati del Bouncin’ e chiama in causa ironia e gioco, aspetti comunque condivisi nella cultura hip hop; la seconda, invece, prende spunto dal sottotitolo ovvero mirabolanti avventure di uomini e mari e chiarisce dov’è che Murubutu si distacca totalmente dai suoi colleghi, anche quelli più bravi.

Alessio Mariani (questo il vero nome del rapper emiliano) nella vita di tutti i giorni è professore e forse questa continua vicinanza con la letteratura lo ha spinto a cercare una formula che sapesse coniugare lingua e tradizione italiana con la passione per l’hip hop. E, per questo terzo disco, possiamo tranquillamente affermare che si è davvero perfezionata una ricetta altrimenti impensabile: di certo merito di un flow tecnicamente ineccepibile, ma soprattutto di un concept (le mirabolanti avventure di uomini e mari, appunto) che riesce a valorizzare tutti gli aspetti fin qui evidenziati.

Nei sedici momenti dell’opera si viaggia (e mai verbo fu più adatto) su un tappeto musicale sobrio, massiccio e classico, ma capace di integrare suoni strumentali e melodie mediterranee; sono più che altro le liriche, però, a svelare la complessità del mondo narrato da Murubutu: con grande coerenza vengono affiancate cronache storiche (da La Battaglia di Lepanto all’analogia tra le migrazioni italiane d’inizio Novecento e i numerosi sbarchi sulle coste siciliane in Sull’Atlantico), tragici racconti (su tutte la splendida Le Sirene con l’eccezionale featuring del bravissimo Claver Gold o la delicata I marinai tornano tardi con tanto di colpo di scena finale), spunti surreali (Il giro del giorno in un mondo) e fantascientifici (L’uomo che viaggiò nel tempo). È invece compito della title track esporre il pensiero dell’autore e infatti il ritornello chiarisce “tu hai scoperto che un altro rap è possibile”. Nonostante questa mole di spunti interessanti, il lavoro mantiene una sua fruibilità grazie agli interventi degli ospiti (specialmente quelli femminili, come nella suadente e drammatica Storia di Laura).

Forse rimarrà un episodio unico nella strada dell’hip hop in Italia, ma Gli ammutinati del Bouncin’ è la definitiva consacrazione artistica di Murubutu e, soprattutto, un album contemporaneamente intellettuale e potentissimo: personalmente, il miglior disco italiano ascoltato quest’anno.

Commenti

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...