Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca quanto di Steve Reich non dovrebbe essere un segreto per nessuno. Con il primo, il legame ha portato anche a dei risvolti pratici grazie alla partecipazione di Noveller nell’ensemble per cento chitarre fondato dallo stesso Branca; l’amore per il secondo, invece, viene dichiarato in questa sua ottava fatica discografica attraverso il brano Rituals, omaggio al compositore statunitense. Basta inserire in uno stesso discorso due nomi immensi per fare di un album un’opera d’arte? Certamente no. Però A Pink Sunset For No One non è solo questo, e un’opera d’arte lo è per davvero.

Deep Shelter ha il compito di accompagnare all’ingresso, con un fraseggio che ambisce alla musica barocca salvo poi dissolversi in uno stratificarsi di note inaspettatamente sempre più acute. L’intrico di suoni si scioglie, ma è un momento: lo strettissimo arpeggio della già citata Rituals non concede tregua, assalendo le orecchie con ritmo circolare e impercettibili progressioni. Se un pezzo come Trails And Trials, scelto quale primo singolo, spinge sull’acceleratore con un incedere epico e gotico, episodi come la title track e The Unveling dipingono scenari più soffici, pur non rinunciando a quella componente vagamente sinistra che ritroviamo ovunque. Proprio questa ambivalenza, una costante nelle composizioni di Lipstate, in A Pink Sunset For No One raggiunge il suo apice creativo, frutto di un incontro risolutivo tra cuore e mente dove l’uno non prevale più sull’altro, preferendo giocare a rincorrersi senza sosta. È una mediazione, questa, sintomo di una raggiunta maturità artistica, che si riflette sulla qualità delle partiture, sempre più ricche e tridimensionali. L’ascoltatore è spinto a chiudere gli occhi per immergersi in un oceano di riverberi, effetti e disarmonie ma allo stesso tempo percepisce un fattore di rischio, ché l’inaspettato è dietro l’angolo, pronto a sorprendere o inquietare. Tenete le orecchie aperte.

Commenti

Ultime recensioni Musica
sleaford_mods_english_tapas_grande
Sleaford Mods

English Tapas

7

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156
Grandaddy

Last Place

8

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One
Noveller

A Pink Sunset For No One

8

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...