CST103_5x5_300dpi
Ought

More Than Any Other Day

Constellation/Goodfellas
8

La protesta che per molti mesi, nel 2012, vide in piazza migliaia di studenti canadesi, ha dato frutti insperati; non tanto in termini di riscontri istituzionali (minime, in effetti, le concessioni governative) quanto piuttosto dal punto di vista dell’ispirazione: uno dei migliori album dello scorso anno – Images Du Futur dei Suuns – per stessa ammissione dei protagonisti aveva trovato sostanza organica in quegli avvenimenti; in quelle stesse settimane, gli Ought pubblicano l’ep d’esordio e iniziano a lavorare su More Than Any Other Day. Otto composizioni vicine alla perfezione nelle quali si respira, immediata, una discreta dose di elettricità che tuttavia non degrada mai in movimenti destrutturati; al contrario, anche gli episodi meno lineari – pochi, per la verità – si apprezzano per un sentire che (se non proprio pop) costeggia strutture armoniche e incroci di matrice post.

La tensione degli Shellac, la ritmica circolare e geometrica di June Of ’44 e Shipping News (Pleasant Heart), gli esperimenti votati ad un visionario intendere il pentagramma di Colossamite e U.S. Maple, le partiture in salire che hanno segnato le fortune di molti bei nomi della scena di Chicago (Today, More Than Any Other Day), i controtempi emo dei Don Caballero; prendete i richiamati nomi come metro di paragone e aggiungete che il quartetto ha la capacità di confezionare un debutto che, senza rimpianti, si lascia alle spalle le ceneri del punk, affianca per qualche intenso attimo la discografia degli Husker-Du (Gemini) e procede spedito verso la riscoperta di certo rock matematico (chi ha detto Cap ‘n Jazz?). Senza trascurare che Tim Beeler, vocalist e chitarrista dalle rosee prospettive, possiede
un carisma innato per fare in modo che quel fuoco che ancora brucia sotto la cenere trovi il tempo per riprendere violento: ecco, allora, che su The Weather Song c’è lo spirito del Lou Reed di I’m Waiting For The Man, mentre i violini e le tastiere rappresentano il valore aggiunto a quarantasei minuti al contempo rabbiosi e sublimi per i fan del maestro David Byrne.

Commenti

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....