HEARTLAND
Domino/Self

Has A Good Home si intitolava il primo album del biondo canadese fino a poco fa noto come Final Fantasy. Questa sua terza fatica estesa, invece, potrebbe chiamarsi Has A New Name; solo che tanto nuovo il nome non è, visto che trattasi di quello che si trova sulla sua carta d’identità: Owen Pallett. Il quale, preoccupato – meglio tardi che mai! – della potenziale confusione col celeberrimo videogioco, ha deciso di non nascondersi più dietro a uno pseudonimo. Che ciò avvenga con il suo lavoro più a fuoco, poi, è una coincidenza quanto mai gustosa. Richiestissimo nel ruolo di violinista e arrangiatore, in primis con gli Arcade Fire, fin dagli esordi Pallett ha puntato quasi tutto sulla ricchezza e la fantasia delle orchestrazioni, ottenendo risultati egregi ma finendo talvolta per perdersi tra un rigo e l’altro, mancando così l’obiettivo della concretezza (perché è pur sempre di canzoni in senso stretto che si parla). Un problema che in Heartland non si pone, visto che al suo interno la scrittura delle partiture per archi e fiati e quella dei brani si sposano e compenetrano come non mai, con contrappunti e cambi di passo a seguire e assecondare stati d’animo e sfumature della voce. Senza contare, poi, un uso più deciso e organico dell’elettronica, che contribuisce a dare al tutto ulteriori stratificazioni e livelli di lettura (specie in Lewis Takes Off His Shirt, non distante dal calore sintetico e dall’incedere meccanico di certo krautrock). Inevitabile tracciare paragoni con Divine Comedy o Andrew Bird, per non tirare in ballo Scott Walker o gli altri padri del pop sinfonico meno allineato, a patto però di considerarli non tanto punti di riferimento, ma compagni di strada per un artista che, nel realizzare la sua opera più ambiziosa (si ascolti la mini-suite Tryst With Mephi stopheles), sembra aver finalmente spiccato il volo. Basta non pensare che stiamo parlando di un concept incentrato su un contadino iperviolento e sui suoi dialoghi unilaterali col Creatore…

tratto dal Mucchio n°667

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...