22 DREAMS
Island/Universal

Fra i padri fondatori del pop-rock britannico c’è un ritorno alla complessità: lo testimoniano piuttosto bene i nuovi lavori di Steve Winwood, Elvis Costello e Paul Weller. Dischi che non si negano divagazioni, piegandosi più all’estro dell’artista che a un solo genere. “22 Dreams” è probabilmente il più interessante del lotto: contiene in qualche modo gli estremi di Weller, quelli che vanno dal soul brutale, ancora bruciato dal punk (il pezzo che dà il titolo al cd), alla ballata – “All I Wanna Do (Is Be With You)” – dal cantato confidenziale, movimentato in “Have You Made Up Your Mind” e sconsolato in Invisible, al rock energico e avventuroso (“Push It Along”), fino a perdersi in una psichedelia che lambisce i toni della sperimentazione pura e semplice (“Song For Alice”), dell’evanescenza (“111”) e dell’onirico (“Night Lights”), vero tema conduttore di tutto l’album.
Un’album fatto di ventidue sogni e di ventun canzoni che potevano perdersi sui binari degli eccessi, e che invece offrono un corpo poderoso e ricco di inventiva, anche quando, per esempio in “Echoes Round The Sun”, le sfumature paiono avere la meglio. Proprio in questo brano si sentono le chitarre di Noel Gallagher e Gem Archer degli Oasis, mentre altrove spuntano Graham Coxon e Steve Cradock, degli Ocean Colour Scene. Se però nel precedente “As Is Now” vincevano proprio il ritmo e l’elettricità, qui ha la meglio una raffinatezza matura, ma che non ha rinunciato a molte frenesie della giovinezza. Il tono può anche essere trasognato, non retorico: nemmeno nell’avvolgente “Lullaby für kinder” che precede la struggente “Where’er Ye Go” seguita dalla particolarissima “God”, dialogo impossibile, ma non troppo, con il Creatore. Se Paul Weller voleva, con “22 Dreams”, “evocare gli spasmi e le angosce che stanno dentro all’immaginazione, impastati coi rimpianti di ogni giorno” (parole sue), è riuscito pure a dimostrare che la musica non ha ancora smesso di descrivere mondi migliori, a patto di essere, veramente, sentita.

 

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....