LONG LIVE PERE UBU
Cooking Vinyl/Edel

Per anni David Thomas è stato piuttosto sbrigativo nell’affrontare le origini letterarie dei suoi Pere Ubu: un inevitabile richiamo all’Ubu Roi di Alfred Jarry, certo, ma la questione ci era sempre sembrata una sorta di pretesto, un isolato impeto di entusiasmo giovanile per le avanguardie storiche proveniente da una band che fin dai primi vagiti aveva, senza proclami da scuola d’arte, cercato di produrre moderna e concreta popular music. Bizzarra, certo, a tratti volubile, ma dotata di una sua solida pragmaticità. Ora ritroviamo lo stesso Thomas impegnato nientemeno che in una ambiziosa rilettura dell’opera di Jarry: trasformata in una sorta di grottesca piece musical-teatrale, bislacca quanto i presupposti possono fare immaginare, la rilettura del Macbeth di Shakespeare operata dall’autore francese, cialtronesca, assurda e “priva di ogni redenzione”, accolta con sconcerto e ostilità dalla Parigi di fine Ottocento, diventa di fatto l’approdo più naturale per la storica band di Cleveland. Al punto che lo stesso Thomas, anziché giocarsi la comoda carta del progetto collaterale, ci presenta questo ciclo di canzoni, già portato sul palco lo scorso anno in un contesto più strettamente teatrale e con qualche variazione, semplicemente come il nuovo album in studio della band.
Con l’aggiunta di una efficacissima Sarah Jane Morris nel ruolo della consorte di Ubu, i musicisti assecondano ancora una volta il leader con la necessaria temerarietà, tirando fuori un impasto ostico e a tratti grumoso, spesso geniale, mai scontato, con incursioni nella consueta formula (Road To Reason è il classico, spastico anti-inno dei Nostri), insolite parentesi elettroniche (Less Said The Better, un titolo che pare il più classico dei motti di Thomas, costellata da grotteschi, pantagruelici rutti campionati), solenni progressioni che paiono prese dagli Henry Cow più brechtiani (Slowly I Turn). “A cool mess”, secondo Thomas: sottoscriviamo in pieno.

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...