FAMILIAL
Bella Union-Coop/Self

Più che il comprensibilissimo desiderio di un posto in prima fila sul palcoscenico dopo una vita trascorsa nelle retrovie, ciò che ha portato il batterista dei Radiohead a dare il via a un percorso parallelo in solitaria è stata la morte della madre nel 2006, evento che lo ha spinto a iniziare a comporre canzoni.
Le quali, tuttavia, forse non avrebbero avuto sbocchi se Neil Finn non avesse invitato Phil a prendere parte al progetto collettivo 7 Worlds Collide, nell’ambito del quale hanno visto la luce un paio di questi brani ed è avvenuto l’incontro con i musicisti coinvolti in questo Familial, vale a dire Lisa Germano, Sebastian Steinberg dei Soul Coughing e Glenn Kotche e Pat Sansone dei Wilco.
Nomi di un certo rilievo, certo, il cui contributo è però quanto mai discreto, e volto a rafforzare il ruolo centrale della chitarra acustica e della voce fragile e sicura di Selway, che si rivela autore di delicate e intense ballate sospese tra folk e pop. Brani strutturalmente semplicissimi ma di buona efficacia, lievi nel tocco e raffinati nella forma, con tasti, (contrab)basso e archi a fornire occasionali abbellimenti. Poca invece, anzi pochissima la batteria, sovente sostituita da loop lontani, quasi impercettibili, a costituire l’unico, peraltro flebile legame col mondo dei Radiohead. Netta, insomma, la lontananza dell’album dalla produzione e dall’immaginario della band-madre, dovuta però non tanto a un capriccio, a un calcolo o a un comunque improbabile ragionamento di mercato, bensì a un’esigenza espressiva e comunicativa ben precisa, totalmente onesta nella sua immediatezza e senza filtri nella sua notturna intimità.
E, se è evidente come anche in futuro gli impegni maggiori per Phil saranno sempre quelli al fianco di Thom Yorke e compagni, la speranza è che questa avventura in proprio acquisti una certa continuità. Del resto, una meraviglia in miniatura come Patron Saint non la si scrive certo per caso.

tratto dal Mucchio n°674

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....