qotsa
Queens Of The Stone Age

…Like Clockwork

Matador/Self
8

“Non amo riflettere troppo: preferisco correre”: è quello che ha fatto Josh Homme mettendo assieme le storie e le musiche per …Like Clockwork. Altrove leggete ciò che pensa di un album, il sesto, in cui gli spazi trasognati e quelli più roventi vivono spesso fianco a fianco, nello stesso brano (accade in Kalopsia e nella magnetica e un poco indecifrabile The Vampyre Of Time And Memory) o nell’idea fissa che ha legato le canzoni fra di loro: quella dell’istantanea di una vita in movimento, stretta fra luci abbaglianti (My God Is The Sun, un singolo perentorio) e riflessi minacciosi (Smooth Sailing), slanci sui binari del blues (Keep Your Eyes Peeled) e cavalcate inevitabilmente frenetiche (If I Had A Tail).
Qui si può tentare di delimitare i contorni di un suono in cui il punto di fuga rimane la chitarra, ben appoggiata sui tocchi delle tastiere di Dean Fertita e attraversata da un’inquietudine perennemente sul punto di esplodere. Una progressione fatta di cori e controcori, di un numero consistente di ospiti eccellenti, da Elton John a Trent Reznor fino agli immancabili Lanegan e Grohl, che riescono a immergersi nel flusso musicale senza alterarlo; anzi, lo seguono, con una devozione particolare. Una devozione organica, per un progetto come i Queens Of The Stone Age, alla ricerca continua di complici con cui dividere la propria strada. Nati dalle ceneri del cosiddetto stoner, non hanno mai smesso di puntare sulla commistione: pop, psichedelia, metal, addirittura country-prog. Momenti come quelli trasognati di I Appear Missing o le due facce di I Sat By The Ocean li avvicinano, a volte, ai Motorpsycho di vent’anni fa, mentre altrove gli orizzonti cambiano del tutto, sono infettati dal sole della California, dall’abbacinante richiamo del deserto, da uno struggimento indefinibile, a parole, ma facilissimo da suonare. La teatrale chiusura di …Like Clockwork è un punto floydiano di non ritorno, su cui si arresta la corsa del disco e inizia il galoppo dei concerti dal vivo. Non finisce qui.

Pubblicato sul Mucchio 707, giugno 2013

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...