AMERICAN GONG
Domino/Self

Ne hanno fatta tanta di strada insieme Sam Coomes e Janet Weiss. Oltre a essere stati marito e moglie, i due (lui, già con Elliott Smith negli Heatmiser e collaboratore fisso dei Built To Spill; lei, batterista con Sleater-Kinney e Go-Betweens, tra gli altri) sono fin dal 1993 i titolari unici del marchio Quasi. È dunque strano ritrovarli per questo loro settimo album non più come un duo, bensì come un trio. Ad allargarne le fila è infatti arrivata la bassista Joanna Bolme, già al fianco della Weiss nei Jicks di Stephen Malkmus. Una presenza, la sua, che contribuisce a rendere il suono generale più compatto; il che non è un dettaglio da poco se si considera che trattasi di una delle opere più ruvide e sporche – oltre che chitarristiche – della formazione. I primi due brani della scaletta – Repulsion e Little White Horse – sono rock’n’roll urgenti e sferraglianti, tutti sei-corde rugginose e impeto ritmico, e se Everything Nothing At All apre le porte alle melodie e ad atmosfere più quiete (grazie a pianoforte, slide guitar e cori), Bye Bye Blackbird è una lunga cavalcata che si ferma a un passo dal rumore per poi ripartire come se niente fosse. Il resto del programma in qualche modo segue la medesima falsariga: potenza, impeto, e alcuni momenti di pausa. Ecco quindi l’acusticheggiante The Jig Is Up cedere il passo agli scenari desertici di Black Dogs & Bubbles e a una Death Is Not The End che è un crescendo di tasti percossi e canto via via più sguaiato; poi, ancora, una Rockabilly Party tra Built To Spill e Dinosaur Jr., l’aggressiva Nowhat e Laissez les bon temps rouler, ballata pianistica che dietro una forma classica na – sconde un palpabile disagio. E, in chiusura, una breve ghost track composta solo da indefinibili latrati belluini; conclusione appropriata per un lavoro grezzo, scomodo e lontano dai compromessi, vibrante di un’onestà e di una vitalità rare. All’altezza di una produzione priva di cadute di stile.

tratto dl Mucchio n°668

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...