AMERICAN GONG
Domino/Self

Ne hanno fatta tanta di strada insieme Sam Coomes e Janet Weiss. Oltre a essere stati marito e moglie, i due (lui, già con Elliott Smith negli Heatmiser e collaboratore fisso dei Built To Spill; lei, batterista con Sleater-Kinney e Go-Betweens, tra gli altri) sono fin dal 1993 i titolari unici del marchio Quasi. È dunque strano ritrovarli per questo loro settimo album non più come un duo, bensì come un trio. Ad allargarne le fila è infatti arrivata la bassista Joanna Bolme, già al fianco della Weiss nei Jicks di Stephen Malkmus. Una presenza, la sua, che contribuisce a rendere il suono generale più compatto; il che non è un dettaglio da poco se si considera che trattasi di una delle opere più ruvide e sporche – oltre che chitarristiche – della formazione. I primi due brani della scaletta – Repulsion e Little White Horse – sono rock’n’roll urgenti e sferraglianti, tutti sei-corde rugginose e impeto ritmico, e se Everything Nothing At All apre le porte alle melodie e ad atmosfere più quiete (grazie a pianoforte, slide guitar e cori), Bye Bye Blackbird è una lunga cavalcata che si ferma a un passo dal rumore per poi ripartire come se niente fosse. Il resto del programma in qualche modo segue la medesima falsariga: potenza, impeto, e alcuni momenti di pausa. Ecco quindi l’acusticheggiante The Jig Is Up cedere il passo agli scenari desertici di Black Dogs & Bubbles e a una Death Is Not The End che è un crescendo di tasti percossi e canto via via più sguaiato; poi, ancora, una Rockabilly Party tra Built To Spill e Dinosaur Jr., l’aggressiva Nowhat e Laissez les bon temps rouler, ballata pianistica che dietro una forma classica na – sconde un palpabile disagio. E, in chiusura, una breve ghost track composta solo da indefinibili latrati belluini; conclusione appropriata per un lavoro grezzo, scomodo e lontano dai compromessi, vibrante di un’onestà e di una vitalità rare. All’altezza di una produzione priva di cadute di stile.

tratto dl Mucchio n°668

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...