Russian-Circles-Memorial
Russian Circle

Memorial

Sargent House
7.5

Nati dall’unione fra Mike Sullivan (Dakota/Dakota), Dave Turncrantz (Riddle Of Steel) e Brian Cook (Botch, These Arms Are Snakes), i Russian Circles macinano una musica strumentale che è interessante fusione tra dilatazioni post-rock e staffilate metal.
Attualmente in tour europeo insieme a Chelsea Wolfe, con la quale condividono l’etichetta, ma già sui palchi calcati da soulmate come Tool, Isis, Boris, Pelican e Deafheaven, il trio di Chicago – diviso classicamente fra chitarra, basso e batteria, senza disdegnare l’impiego specie dal vivo di effetti e sample – vanta un’ottima padronanza delle dinamiche ed erige rocciosi muri di suono, dai quali non teme di lanciarsi in picchiata. È proprio in questa alternanza di scalate con unghie e denti e discese a rotta di collo che risiede il fascino del loro quinto album Memorial, prodotto dall’ormai fido Brandon Curtis, membro dei Secret Machines e collaboratore degli Interpol. Un’alternanza più accentuata che in passato, per rendere i momenti aggressivi quasi terrorizzanti e i momenti morbidi quasi onirici, sempre all’insegna di una cupezza apocalittica e glaciale.

Non è solo riuscito negli esiti sonori, Memorial, ma persino nella struttura ispirata ad Animals dei Pink Floyd: se là Pigs On The Wing fungeva da intro e outro, qua Memoriam e la title track – con la voce della stessa Wolfe a chiudere il rituale – permettono all’ascoltatore di arrivare a destinazione ritrovandosi nel punto di partenza. Nel mezzo, si subiscono gli imperiosi affondi elettrici e i riff martellanti di Deficit, si superano i sette minuti in stile Mogwai di 1777 e si chiudono gli occhi con i paesaggi dell’anima della sciamanica Cheyenne, per poi seppellire ogni gentilezza con una Burial alla Ride The Lightning, rituffarsi per contrappasso nel trasporto emotivo di Ethel e dare l’ultima accelerata con Lebaron. Un disco da scoprire dall’inizio alla fine e che, nel giocare a riferirsi al potere della memoria, finisce per essere l’articolo da ricordare per primo quando si parla dei suoi titolari.

Pubblicato sul Mucchio 712

Ultime recensioni Musica
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...