SleaterKinney_NoCities_1425
Sleater-Kinney

No Cities To Love

Sub Pop/Audioglobe
9

Dimmi che reunion fai, e ti dirò chi sei. Le Sleater-Kinney ne allestiscono una destinata a entrare nella Storia, sia per il rigore etico sia per la qualità del nuovo materiale. Materiale che non solo non teme confronti con l’illustre passato, recuperando la velocità di Dig Me Out, il potere (meta)comunicativo di All Hands On The Bad One e lo spirito avventuroso di The Woods, ma aggiunge persino contenuti inediti. Corin Tucker, Carrie Brownstein e Janet Weiss si concentrano su tre elementi: alchimia, energia, esplorazione. E ovviamente: voci, corde e batteria, in stato di grazia. Ma anche: cuore, cuore, cuore. Le ascolti e spaccano i culi come prima, se non più di prima, eppure spingono avanti un punk-rock irregolare, aspro e al contempo contagioso.

Partono con le sonorità moderne dell’imperiosa, incalzante Price Tage: Corin denuncia il costo elevato che il capitalismo infligge alle famiglie americane, Carrie replica che è opera del denaro che acceca. C’è l’urto liberatorio di Surface Envy, che celebra la stessa gioia di suonare e trascina chi ascolta in un vortice di irrefrenabile frenesia. Ci sono il pop delle title track, i riff spediti di A New Wave e quelli metallici di una No Anthems che alterna strofe seducenti e ritornello urlato, il manifesto di resistenza dell’orecchiabile Bury Our Friends e l’elettricità più drammatica di Hey Darling. I ritmi si fanno quasi funk con la dinamica Fangless, dichiarazione di vendetta, e la sincopata Gimme Love, botta-e-risposta incendiario: “Inside my heart beats like a girl”. È pathos dal primo all’ultimo minuto, compresa la finale, corale Fade: “If there’s no tomorrow / You better live”, per cui “If we are truly dancing our swan song, darling / Shake it like never before”. Così ci dicono, nel salutarci, e noi, no, non vogliamo credere a un eventuale canto del cigno o a un ulteriore stop, ma nel dubbio viviamo il presente agitandoci sull’onda adrenalinica di questo grandissimo album. È ufficiale, le Regine del r’n’r sono tornate.

Commenti

Ultime recensioni Musica
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...