soft hair
Soft Hair

Soft Hair

Weirld World/Domino/Self
7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei Late Of The Pier si unì alla tournée del musicista neozelandese trovando, l’uno nella follia dell’altro, un equilibrio e una sintonia perfetti; un’unione talmente riuscita che il progetto firmato Soft Hair sarebbe dovuto uscire parecchio tempo fa con lo stesso Mockasin ad annunciare l’imminenza del disco in una intervista del 2014. Cos’è dunque successo? Perché nel mentre se n’è sentito parlare molto e ascoltato poco, con un solo passaggio radiofonico nello show curato da James Blake giustappunto un paio di anni fa? Più che un problema di impegni e calendari, preferiamo pensare che i due artisti si siano guardati in faccia capendo quanto i tempi non fossero sufficientemente maturi per un tale risultato, tra esotiche, surreali contorsioni pop, lievi spruzzate funk e psichedelia portata all’eccesso. A posteriori risulta chiaro anche il ruolo di Dust, dei due è il più sensibile al tema dell’orecchiabilità, con la sua one-man band LA Priest e il relativo debutto dello scorso anno, l’ottimo Inji. Mostrando il frutto di alcuni semi che soltanto adesso riusciamo a cogliere e apprezzare, stava preparando perle quali Lying Has To Stop e Alive Without Medicine.

A questo punto una precisazione è d’obbligo: le otto tracce di questo album non sono difficili, né indigeribili; sono però pericolose come può esserlo la melassa. Si appiccano addosso colando piano ma inesorabilmente, ti paralizzano e nemmeno capisci quando è successo né perché. Sarà la sensualità febbricitante di In Love o l’inquietante dialogo tra falsetto e voce grave in Relaxed Lizard? Sarà che non riusciamo più a premere STOP sul lettore.

Commenti

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...