PHANTOM PUNCH
Virgin/Emi

Le Duper Sessions dello scorso anno lo avevano visto secondo alcuni sbiadito, perso nel jazz d’atmosfera. Semplicemente, l’ancor giovane Sondre Lerche stava approfondendo una delle sue metà: quella legata all’intrattenimento, appena malinconico, al crepuscolo della nostalgia. In realtà, chi ogni tanto è sembrato un cucciolo di Bacharach o di Cole Porter può in altre circostanze rivelare quanto volentieri Chuck Berry, Beatles e persino Sonic Youth abbiano partecipato al battesimo della sua vita artistica. Ecco che così Phantom Punch è la cavalcata più intensa e ben assortita di un personaggio che fa del pop la sua fede, per poi sposarla con rock e attitudine indie. Con l’aiuto dei fidi Faces Down e la mano produttiva di un mago come Tony Hoffer, fin dalla title track Sondre pare citare direttamente l’ultimo Robyn Hitchcock, piuttosto che rispolverare l’abito del crooner. Certo, fra le trame mai così elettriche di Say It All e l’ossessiva Happy Birthday Girl rimane un saldo senso della melodia, mai del tutto sommerso dagli effetti, e il cantato dell’artista norvegese, poi, non è certo di quelli che fanno paura. Qui però, invece di essere accogliente e confidenziale (vedi sopra), viaggia su un versante di squilibrio, di stramberia costante, ed esplode nelle spire di Face The Blood o in quelle, più intriganti di John, Let Me Go. Non manca il dono dell’eleganza, come dimostrano Well Well Well, o il pizzicato di Tragic Mirror: si scontra però costantemente con un senso di maggior movimento, rispetto a un passato che fa capolino ancora, per esempio nel giro classico di After All o nella solarità di She’s Fantastic.
A far le somme, questo cd fa smettere a Lerche i panni dell’apprendista melodico e gli offre quelli, maggiormente appropriati, del rocker moderno. Uno in cui riescono a coincidere e confluire ascolti che negli anni si sono fatti variegati e magari ancora più frenetici. Essenziale, affilato e vagamente spettrale, è tornato per mostrare una classe che pochi della sua generazione hanno. Fortuna a lui e ottimo ascolto a voi.

(recensione tratta dal Mucchio 631 – Febbraio 2007)

Ultime recensioni Musica
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...
sleaford_mods_english_tapas_grande
Sleaford Mods

English Tapas

7

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156
Grandaddy

Last Place

8

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One
Noveller

A Pink Sunset For No One

8

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...