Nel 2004 lo scioglimento della Beta Band, con tre ep e tre album all’attivo, è stato un brutto colpo. Da allora Steve Mason ha fronteggiato depressioni e problemi economici, oltre a suonare con gli pseudonimi King Biscuit Time e Black Affair. Sino all’intimista esordio a suo nome del 2010, Boys Outside, composto alla chitarra acustica, prodotto da Richard X e accompagnato l’anno successivo dalla sua rivisitazione Ghosts Outside, cofirmata col guru del reggae britannico Dennis Bovell.

Il songwriter scozzese torna ora con un disco tanto complesso quanto avventuroso, che si concentra su tematiche sociopolitiche metabolizzando l’opposizione al governo Bush, il movimento Occupy Wall Street e le rivolte popolari. Il titolo Monkey Minds In The Devil’s Time è una citazione buddista per esprimere la paranoia, la dipendenza indotta dall’odierna tecnologia, che tutto rende iperveloce e superficiale. Si tratta di una piccola provocazione, dacché abbiamo a che fare con venti tracce per quasi un’ora di durata: nove di esse sono vere e proprie canzoni registrate a Londra con l’aiuto di Dan Carey – menzione per le splendide melodie sospese di Lie Awake e Seen It All Before – mentre le restanti undici sono frammenti sperimentali confezionati autonomamente in uno studio privato. Alla base vi è dunque il desiderio di esporsi e manifestare dissenso per i problemi che affliggono la situazione mondiale, così come di pari passo ci si sporca le mani con innumerevoli soluzioni di genere, anche per rendere più imprevedibile, piacevole l’ascolto, sulla scia di maestri dell’impegno ballabile quali Curtis Mayfield o James Brown. Si finisce per ribadire, estremizzare l’eclettismo della vecchia band-madre, rubricata sbrigativamente alla voce folktronica. Ci sono ballate psycho-spaziali e toni apocalittici, elettronica filo-dub e l’hip hop di Mystro in More Money, More Fire, le spumeggianti orchestrazioni funk di Fire! e brani di protesta come Fight Them Back. L’eterno, barricadero splendore di una mente immacolata.

Pubblicato sul Mucchio 704

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...