Nel 2004 lo scioglimento della Beta Band, con tre ep e tre album all’attivo, è stato un brutto colpo. Da allora Steve Mason ha fronteggiato depressioni e problemi economici, oltre a suonare con gli pseudonimi King Biscuit Time e Black Affair. Sino all’intimista esordio a suo nome del 2010, Boys Outside, composto alla chitarra acustica, prodotto da Richard X e accompagnato l’anno successivo dalla sua rivisitazione Ghosts Outside, cofirmata col guru del reggae britannico Dennis Bovell.

Il songwriter scozzese torna ora con un disco tanto complesso quanto avventuroso, che si concentra su tematiche sociopolitiche metabolizzando l’opposizione al governo Bush, il movimento Occupy Wall Street e le rivolte popolari. Il titolo Monkey Minds In The Devil’s Time è una citazione buddista per esprimere la paranoia, la dipendenza indotta dall’odierna tecnologia, che tutto rende iperveloce e superficiale. Si tratta di una piccola provocazione, dacché abbiamo a che fare con venti tracce per quasi un’ora di durata: nove di esse sono vere e proprie canzoni registrate a Londra con l’aiuto di Dan Carey – menzione per le splendide melodie sospese di Lie Awake e Seen It All Before – mentre le restanti undici sono frammenti sperimentali confezionati autonomamente in uno studio privato. Alla base vi è dunque il desiderio di esporsi e manifestare dissenso per i problemi che affliggono la situazione mondiale, così come di pari passo ci si sporca le mani con innumerevoli soluzioni di genere, anche per rendere più imprevedibile, piacevole l’ascolto, sulla scia di maestri dell’impegno ballabile quali Curtis Mayfield o James Brown. Si finisce per ribadire, estremizzare l’eclettismo della vecchia band-madre, rubricata sbrigativamente alla voce folktronica. Ci sono ballate psycho-spaziali e toni apocalittici, elettronica filo-dub e l’hip hop di Mystro in More Money, More Fire, le spumeggianti orchestrazioni funk di Fire! e brani di protesta come Fight Them Back. L’eterno, barricadero splendore di una mente immacolata.

Pubblicato sul Mucchio 704

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...