FIRE ESCAPE
Smalltown Supersound/Family Affair

“Quando partiamo in tour, non sappiamo mai quale sarà l’organico del gruppo fino al momento in cui ci chiudiamo dentro il furgone e ci incamminiamo verso la prima data. Abbiamo una lunga storia di ossa rotte, voli perduti, case in fiamme e passaporti persi. Ci siamo abituati”: praticamente, una dichiarazione programmatica. La musica che fa questo gruppo capitanato da Robert Thomas e John Moloney rispetta fedelmente l’attitudine di cui sopra. Sunburned Hand Of The Man è l’evoluzione più educata ma anche più bizzarra di quelli che erano inizialmente gli Shit Spangled Banner, ed è un nome che viene associato regolarmente all’ondata del nuovo american weird folk. Nulla di strano che ci siano delle affinità elettive con Kieran Hebden, alias Four Tet, che in “Fire Escape” viene incorporato nel gruppo e ha carta bianca in sede di studio di registrazione nell’assemblare e mixare quanto suonato. Il risultato più che folk diventa allora vicino ai Can, col pulsare del basso di Thomas a fare spesso da perno attorno a cui ruotano stranezze, rumori, voci (la title track o “Nice Butterly Mask”), mentre in altri casi (“The Wind Has Ears”, “What Color Is The Sky In The World You Live In?”) si sta sospesi tra caos psichedelico da trip paranoide ed esili affreschi di piano. Disco indubbiamente sconclusionato, ma interessante.

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....