Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo di Swans. Forse la band migliore, o almeno più potente, che si possa ammirare oggigiorno in concerto (prossime occasioni, in Italia, a novembre: Bologna e Roma). E non solo: un cantiere musicale aperto, visto che – a differenza della stragrande maggioranza dei colleghi – modellano i propri dischi plasmandone prima i contenuti sul palco e immortalandoli successivamente in studio. L’episodio che intesta ad esempio il nuovo album – quarto dopo la ricostituzione del 2009 e ultimo della serie con questa configurazione del gruppo, Michael Gira dixit – ha preso forma durante il tour seguito a To Be Kind dall’evoluzione di Bring The Sun, fulcro di quel lavoro, avendo per convenzione come titolo Black Hole Man. E altrettanto si può dire a proposito di Frankie M, anch’esso moloch sonoro eccedente la soglia dei venti minuti di durata.

In entrambi i casi Gira e i suoi complici espongono una volta ancora la loro idea del rock tramutato in sinfonia spontanea, perciò epico e solenne, oltre che violento e addirittura feroce: il capobanda in veste di sciamanico oratore/direttore d’orchestra e intorno a lui gli strumentisti, discepoli devoti alla causa. Mesi fa, preannunciando The Glowing Man a “Mojo”, Gira lo aveva definito: “L’equivalente musicale di Ben Hur, accoppiato a Ran di Kurosawa”. L’entità dell’opera (un paio d’ore scarse su doppio cd o tre dischi in vinile) ne avvera la descrizione. Ad aprirla sono – parole sue – “due preghiere”: Cloud Of Forgetting e Cloud Of Unknowing. Poi cita se stesso, riprendendo i versi di The World Looks Red, regalati trentatre anni fa ai Sonic Youth di Confusion Is Sex, e sviluppandoli nel trapasso dal rosso al nero (The World Looks Black). Le avvisaglie del congedo imminente arrivano sulle note dell’austera ed essenziale People Like Us: “Inviamo il nostro addio da una nube color ruggine”. E in chiusura l’eloquente Finally Peace celebra l’epilogo con inusitata luminosità: il Canto dei Cigni.

Commenti

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...