91sqAJFwmJL._SL1400_
Tame Impala

Currents

Fiction/Interscope/Universal
5.5

Che Kevin Parker stia cercando di far diventare i Tame Impala qualcosa in più di una semplice (benché formidabile) band di puro psych-rock, lo si era già intuito con l’uscita di Lonerism. Un’evoluzione naturale, in un certo senso, quella di prendere i labirinti acidi (e spesso pure onirici) di Innerspeaker per insediarli in sonorità diverse, estendendo il raggio d’azione per andare a smussare gli angoli più integralisti dell’esordio. L’evoluzione di cui sopra è ancora in atto, e con Currents la sensazione è che il combo australiano ambisca a lanciarsi definitivamente negli accomodanti ambienti della musica mainstream, monetizzando le attenzioni che gravitano sul progetto di Parker (l’uomo solo al comando della situazione) e soci.

Passati in tre soli anni da fenomeno di nicchia a oggetto di culto su larga scala, i Tame Impala provano insomma a calare l’asso. E qui veniamo al dunque. Sulle capacità di Parker di scrivere e arrangiare i pezzi, di spingere più in là la produzione, di far tornare i conti, non sussistono dubbi di sorta. Ciò che non quadra, con Currents, è semmai il tentativo di snaturare il tutto adattandolo – in modo un po’ troppo stiracchiato – alle tendenze del momento. Ecco allora i sentori funk e R’n’B, il soul che fa capolino in ‘Cause I’m a Man, le metriche dub di Eventually, l’uptempo plasticoso di The Moment e The Less I Know The Better, la ballad sintetica Love Paranoia: tutte canzoni dal piglio più o meno smaccatamente pop, talvolta quasi protese verso territori disco-oriented (l’avreste mai detto?). Dello psych-rock della prima ora rimangono sparute tracce nell’ossessività ieratica di Let It Happen e nelle sfumature soniche di Past Life. Al terzo album, in buona sostanza, gli australiani mirano a fare il grande salto nelle top ten inglese e americana. Che ci riescano o meno, Currents sembra tracciare una linea di non ritorno rispetto alle origini: e per chi, come noi, ha consumato a forza di ascolti i primi due dischi, potrebbe non essere una buonissima notizia.

Commenti

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...