91r6jKJy4TL._SL1400_
The Chemical Brothers

Born In The Echoes

Virgin EMI/Universal
8

Diciamolo chiaramente: il sospetto era che questo disco fosse giusto un pretesto per poter dire “OK, ora torniamo in tour”, e via a raccogliere un’altra messe di applausi e fatturati. Non lo diciamo con acrimonia, eh: i Chemical dal vivo sono una delle cose più eccitanti che si possano beccare in giro live, già da anni, ma pure a livello di output musicale non hanno mai deluso. Però, ecco, a un certo punto l’impressione era che si andasse avanti un col pilota automatico, trovando diverse declinazioni di una ricetta ben fissa e determinata (e ancora in grado di offrire prelibatezze e colpi ben assestati, certo). Che Born In The Echoes fosse poi presentato, come singolo in anteprima, da Go faceva sospettare il peggio: della serie, “Aoh, Galvanize ha funzionato, famo una cosa simile e passa la paura, lo senti tu Q-Tip se è libero dopodomani per incidere la voce?”. Anche la traccia d’apertura (Sometimes I Feel So Deserted), per quanto decisamente ottima e potente, era comunque qualcosa che andava sulla falsariga di, per dire, Horse Power. La presenza di featuring sfiziosi sulla carta ci lasciava un po’ indifferenti, e in effetti la traccia con S.Vincent (Under Neon Lights) e quella con Beck (Wide Open) sono i momenti meno convincenti dell’album, lontani mille miglia dai fasti di una Out Of Control con Bernard Sumner.

Eppure? Eppure, i Fratelli c’hanno spiazzato e hanno spazzato via la nostra sufficienza con un lavoro che a un certo punto prende delle pieghe pesantemente – e meravigliosamente – psichedeliche. Reflexion, Taste Of Honey e la title track sono un trittico pazzesco, messe una dietro l’altra; ma anche I’ll See You There è fenomenale, capace com’è di sviluppare in modo ancora più lisergico il discorso di una Let Forever Be. Insomma: molto, moltissimo in più di quanto potevamo aspettarci. Non solo un buon disco, anzi, un gran disco, ma un disco dove i due esplorano nuovi territori, dimostrano una vitalità artistica totale, rara. Altro che pilota automatico. Qua è puro delirio da acid test senza rete. Bellissimo.

Commenti

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...