91r6jKJy4TL._SL1400_
The Chemical Brothers

Born In The Echoes

Virgin EMI/Universal
8

Diciamolo chiaramente: il sospetto era che questo disco fosse giusto un pretesto per poter dire “OK, ora torniamo in tour”, e via a raccogliere un’altra messe di applausi e fatturati. Non lo diciamo con acrimonia, eh: i Chemical dal vivo sono una delle cose più eccitanti che si possano beccare in giro live, già da anni, ma pure a livello di output musicale non hanno mai deluso. Però, ecco, a un certo punto l’impressione era che si andasse avanti un col pilota automatico, trovando diverse declinazioni di una ricetta ben fissa e determinata (e ancora in grado di offrire prelibatezze e colpi ben assestati, certo). Che Born In The Echoes fosse poi presentato, come singolo in anteprima, da Go faceva sospettare il peggio: della serie, “Aoh, Galvanize ha funzionato, famo una cosa simile e passa la paura, lo senti tu Q-Tip se è libero dopodomani per incidere la voce?”. Anche la traccia d’apertura (Sometimes I Feel So Deserted), per quanto decisamente ottima e potente, era comunque qualcosa che andava sulla falsariga di, per dire, Horse Power. La presenza di featuring sfiziosi sulla carta ci lasciava un po’ indifferenti, e in effetti la traccia con S.Vincent (Under Neon Lights) e quella con Beck (Wide Open) sono i momenti meno convincenti dell’album, lontani mille miglia dai fasti di una Out Of Control con Bernard Sumner.

Eppure? Eppure, i Fratelli c’hanno spiazzato e hanno spazzato via la nostra sufficienza con un lavoro che a un certo punto prende delle pieghe pesantemente – e meravigliosamente – psichedeliche. Reflexion, Taste Of Honey e la title track sono un trittico pazzesco, messe una dietro l’altra; ma anche I’ll See You There è fenomenale, capace com’è di sviluppare in modo ancora più lisergico il discorso di una Let Forever Be. Insomma: molto, moltissimo in più di quanto potevamo aspettarci. Non solo un buon disco, anzi, un gran disco, ma un disco dove i due esplorano nuovi territori, dimostrano una vitalità artistica totale, rara. Altro che pilota automatico. Qua è puro delirio da acid test senza rete. Bellissimo.

Commenti

Ultime recensioni Musica
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...