Buttefly House
Coop/Self

Hanno attraversato per intero lo scorso decennio, incarnandone a meraviglia l’indole più retroattiva, ma nello stesso tempo toccando i cuori di molti ascoltatori, soprattutto Oltremanica. I Coral, dal Merseyside (Hoylake, per la precisione), hanno alle spalle sei album e un’antologia. Nessun loro disco è da buttare, anzi: “Magic And Medicine” (2003) e “Roots & Echoes” raggiungono vertici di eccellenza. Chi scrive ha sempre amato il tono della voce di James Skelly, l’organo liquido di Nick Power, il tono sospeso fra beat e folk. Ora, con “Buttefly House” e senza più l’apporto di Bill Ryder-Jones, la band punta a fare ancora meglio: lo stile accentua i toni autunnali, le melodie sono ancora più ricercate, le atmosfere avvolgono, come una giornata di pioggia londinese di mezza estate. Un piccolo fabbricato lontano dalla pazza folla, un produttore come John Leckie, prestigioso ma non chiacchieratissimo, e la voglia – dichiarata – di far piazza pulita di ciò che avevano già suonato, ha fatto il resto.
Non si tratta di una rivoluzione, chiaro. Fra le pieghe di pezzi come “Rowing Jewel” o “Sandhills” si rischia di perdere il senso del tempo: scorrono i decenni, ma certi sentimenti rimangono fermi, certe armonie sposano America e Inghilterra alla perfezione, senza litigi. La canzone, byrdsiana che dà il titolo all’album si sposa con la psichedelia in dissolvenza di “Green Is The Colour” in un rimando a nomi come Fred Neil, Remains, gli immancabili Beatles di “Rubber Soul”. Veri maestri nell’arte della nostalgia, capaci di un nerbo che non sfoggiano gratuitamente, ma che allontana dalla maniera, i Coral sono un piccolo monumento all’energia del pop più sotterraneo. Il disco, meglio sarebbe se fosse un vinile, è un salvagente importante rispetto all’oblio contemporaneo: usatelo per creare nuovi adepti alla storia del rock meno evidente, partendo magari dalla sinuosa “She’s Comin’ Around”. Se la critica che vi muoveranno sarà quella del già sentito, l’unica risposta possibile è “mai abbastanza”, soprattutto oggi.

tratto dal Mucchio n° 672/673

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...