THE SOFT PACK
Heavenly/Self

Prima di chiamarsi Soft Pack, questi quattro ragazzi di San Diego avevano scelto come ragione sociale The Muslims. Dopo una raffica di stupidi insulti razzisti, decidevano di cambiare nome e lasciare la loro vecchia identità come titolo del loro primo ep (pubblicato l’anno scorso dalle 1928 Records come il successivo Extinction). Anche negli Stati Uniti hanno i loro bei problemi di tolleranza e idiozia. Bisogna però dire che se una sigla più “accessibile” riesce ad avvicinare più persone alla loro musica, allora ben venga il becero ostruzionismo redneck. Chiaramente se tra i video preferiti sul tuo sito Internet metti I Am The Cosmos di Chris Bell, citi espressamente i Velvet Undergound e le tue canzoni sembrano un mix riuscitissimo di Feelies, R.E.M. e Replacements, hai già vinto in partenza. Il problema è un altro. Farsi ascoltare. The Soft Pack non è un disco che cambia la vita: quella te l’hanno già cambiata i dischi cui si ispira. Però, quando parte C’mon con quel basso incalzante, quelle schitarrate piene di jingle-jangle e quel ritornello corale un po’ Paisley, capisci che stai ascoltando un album pieno di cuore, di passione e di ascolti giusti. Un atto d’amore per la (nostra) musica: ragazzi che suonano quello che vorrebbero sentire in radio con la massima onestà e un trasporto genuino. Down On Loving e More Or Less sono omaggio ai giorni di Athens sotto I.R.S. riecheggianti Radio Free Europe; Pull Out è un Westerberg tornato ragazzo sul tetto di casa sua che va a braccetto con Glenn Mercer; Parasites è la dimostrazione di come certi giovani d’oggi passino ancora le giornate sui solchi di White Light/White Heat e così via per dieci canzoni e trenta minuti di assoluta estasi nostalgica retroattiva. Chi negli ’80 sperava nei bastards of young, troverà queste madeleine irresistibili; chi invece avrebbe voluto viversi quelle musiche in tempo reale può confortarsi di non essere solo e che certe cose durano davvero per sempre. Eh sì, forse non cambierà la vita, ma se non riesci a togliere il disco dal lettore qualcosa vorrà pur dire.

tratto dal Mucchio n°667

Ultime recensioni Musica
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...