13 Blues For Thirteen Moons
Constellation/Goodfellas

Perennemente in bilico tra la denuncia di una umanità destinata a soccombere sotto il peso delle proprie contraddizioni e dei propri misfatti, una attitudine millenarista ereditata dal progetto che ha originato il nucleo della band, gli ormai archiviati Godspeed You! Black Emperor, e il riscatto umanistico attraverso un’organizzazione artistica do it yourself dalla solidissima e inattaccabile etica anarco-libertaria, la formazione di Montreal dal nome cangiante arriva infine alla sua prova più matura. Non che i lavori precedenti fossero meno determinati e disperati di questo, anche perché l’intensità è sempre stata l’unica cifra espressiva possibile per Efrim e soci, ma questa volta il suono, rafforzato dall’ingresso dietro ai tamburi del devastante Eric Craven, proveniente dai compagni di scuderia Hanged Up, alimenta un fuoco di fila inaudito e mai come ora elettrico, se possibile ancora più violento delle esplosioni orchestrali dell’Imperatore Nero. Non crediamo che il motivo di una tale compattezza risieda nel fatto di aver messo su nastro composizioni ampiamente collaudate dal vivo: è l’intensità che si intravede nei testi (1.000.000 Died To Make This Sound parla con commovente umanità e senza scivolare nella retorica del cimitero di morti e fallimenti di cui è lastricata la storia della musica) a richiedere una tale forza, che si manifesta attraverso richiami agli abissi tribali ed elettrici dei primi Amon Duul II o degli High Tide diluiti – si fa per dire – in geometrie che stanno tra il folk e l’hardcore cannibale targato The Ex. E c’è una canzone, soprattutto, ad averci lasciati senza fiato, la conclusiva Blindblindblind, ballata che ci ha ricordato nel mood la struggente malinconia di Refugees dei Van Der Graaf Generator. Stessa sensazione di bilico, stessa volontà di aggrapparsi comunque a qualcosa che forse non c’è ma ci tiene in vita, la speranza.

Recensione tratta dal Mucchio 644

Ultime recensioni Musica
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...