thee-silver-zion-Fuck-Off-Get-e1385730994213
Thee Silver Mt. Zion

Fuck Off Get Free...

Constellation/Goodfellas
8.5

Quella volta che Lester Bangs seminò il terrore in un banchetto radical chic di NY posando White Light White Heat sul piatto con il volume alzato a stecca, tanto per vedere quanti dei fighetti che ronzavano intorno alla Factory fossero davvero pronti per quella roba. Somministrare lo stesso trattamento punitivo oggigiorno sarebbe doveroso ancorché maledettamente complicato: troppe le feste da guastare e troppi pochi i candidati a gruppi-antidoto. I Thee Silver Mt Zion potrebbero fare al caso nostro, così grezzi, alieni, diversi da tutto il resto che diviene lecito chiedersi se non siano effettivamente – pericolosi. Ciascuno dei loro dischi potrebbe servire altrettanto bene la causa, eccetto forse il precedente Kollaps Tradixionales, che rendeva esile lo stile dei nostri nel tentativo di alleggerirlo. Fuck Off Get Free We Pour Light On Everything ritrova la giusta coesione, con l’organico ridotto a cinque, un solo volume anziché due (in termini vinilici), sei tracce distribuite lungo due lati e cinquanta minuti e spiccioli. Misure restrittive, perfino riduttive se avvicinate alle proporzioni gargantuesche che appartengono ai Godspeed You! Black Emperor. Ma non è più tempo per i complessi di inferiorità: nato da quella scapola, il collettivo è cresciuto per altre strade, i testi e le voci fanno da valore aggiunto.

Take Away These Early Grave Blues è un anatema da gridare in coro, Little Ones Run una litanìa travestita da ninna nanna, in Rains Thru The Roof… suona uno struggente requiem per Capital Steez, rapper dei Pro Era morto suicida a diciannove anni; Austerity Blues mantiene la promessa del titolo e innalza un mantra ad una Terra stanca: “Lord let my son live long enough to see that mountain torn down”. Difficile imbattersi in qualcosa di altrettanto poetico, politico, apocalittico insieme. Roba così forte non si trova facilmente in circolazione, e di sicuro non agli apericena: portatecela voi, e suonatela finché anche l’ultimo invitato non avrà lasciato la festa.

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...