Thurston-Moore-The-Best-Day
Thurston Moore

The Best Day

Matador/Self
7.5

Definire la carriera di Thurston Moore dopo la separazione dei Sonic Youth un brusco risveglio sarebbe dire poco. Da quell’Ottobre 2011, quando in un colpo solo finivano trent’anni di vita di gruppo e ventisette di matrimonio (per colpa sua, dicono i beninformati), non ha fatto altro che tenersi impegnato. È corso a cercare conforto tra le braccia dell’Avanguardia per un paio di progetti da una botta e via, ha tentato una disperata sostituzione in corsa con quel bignami di controcultura del Novecento in formato rock band che erano i Chelsea Light Moving, ha sfogato le rabbie post-separazione dandosi al death metal con lo stesso spirito con cui un uomo di mezz’età tornato scapolo corre a comprarsi una Harley Davidson. A suggello di questa confusa ripartenza giunge ora la solenne decisione di fare da sé, pubblicare sotto le proprie generalità accompagnato solo da una backing band di fiducia. Da queste parti ritroviamo Steve Shelley, l’ex Nought James Newards e Deb Googe dei My Bloody Valentine, in una formazione di professionisti del noise che promette sfaceli. Di fatto The Best Day potrebbe rappresentare per Moore ciò che Another Day fu per Paul McCartney: un punto e a capo, un primo passo ufficiale fuori dalla vecchia vita ma con l’ambizione di portarne avanti l’eredità, riprendendo il discorso là dove il suo gruppo lo aveva interrotto. A differenza delle altre prove in solitaria, infatti, qui non ci si muove in territori limitrofi (sperimentalismo elettrico e/o canzone unplugged), ma si attenta senza paure al campo da gioco principale: la trovata vincente è portare una dodici corde acustica nel bel mezzo della festa e piegarla ai registri della composizione sonica, come accade in Tape. Non tragga in inganno la semplicità del singolo eponimo o la faciloneria rock’n’roll di Detonation: spirito vecchio e “nuovo” si accordano al meglio in brani come Forevermore, nove minuti per qualche ironia dedicati all’amore eterno. È rumore che gioca con i sentimenti, questo, a cominciare dai nostri.

Commenti

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...