816VyDmSlEL._SL1500_
Tindersticks

The Waiting Room

City Slang
8

Ci sono tante voci capaci di evocare uno spiraglio di luce anche nel più abbruttito dei mondi, ma nessuna è come quella di Stuart Staples, così intrisa di fumo e di spleen, una voce che si insinua in tremuli paesaggi noir facendosi strumento di conforto e balsamo di salvezza. Il cantante di Nottingham ha iniziato a fare proseliti venticinque anni fa, avendo Nick Cave come faro e raccogliendo le suggestioni che venivano tanto dalla canzone d’autore francese quanto da ideali colonne sonore di cinema dilatato ed esistenziale. I suoi Tindersticks hanno definito un suono immediatamente riconoscibile, distillando bellezza sin dall’imprevedibile album d’esordio, passando per il raffinato Simple Pleasure fino ad arrivare ai percorsi liquidi di The Something Rain.

Malinconico senza essere retrò, lento e cedevole senza essere indolente, anche il nuovo The Waiting Room eccelle in quello che è uno dei tratti più distintivi della band: riuscire a creare un’atmosfera. Malata, ebbra, notturna, così è l’aria che si respira da queste parti. Tra le undici tracce troviamo il crocevia di culture di Help Yourself, il dolore assoluto della title track e della strumentale  Planting Holes, la saturazione ciondolante di We Are Dreamers! (con la partecipazione canora di Jehnny Beth delle Savages), il romanticismo senza patria di Like Only Lovers Can; troviamo persino una cover di Bronislau Kaper, Follow Me, tratta dalla soundtrack de Gli ammutinati del Bounty; e una sensuale e commovente Hey Lucinda, in cui Stuart duetta ancora una volta con Llhasa de Sela, cantautrice americana spesso vicina al gruppo inglese e prematuramente scomparsa nel 2010. In ognuno di questi momenti finiamo per essere vinti da una fascinazione senza tempo evocata con gli elementi di sempre, ma mescolati meglio che mai. Perché ancora oggi, dopo venticinque anni di carriera, in pochi sanno cantare l’amore e il suo contrario, il dolore e la sua cura, la perdizione e l’estasi con la stessa autorevolezza dei Tindersticks.

Commenti

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...