KNOWLE WEST BOY
Domino/Self

E anche per Tricky venne il momento del pop senza ripensamenti. Non quello abbozzato di inizio millennio: in Knowle West Boy, Adrian Thaws abbraccia canzoni classiche, nella loro struttura, a cominciare da Puppy Toy, piccola dichiarazione di intenti dell’ex-diavolo di Bristol. Le melodie sono affilate, c’è l’immancabile voce femminile (che sia di Veronica, Lubna o Alex Mills importa relativamente) a fare da contrasto, i ritmi rimangono oppressivi, ma si delinea un orizzonte diverso. C’è innanzitutto l’esigenza di raccontare se stessi, fuori da ogni facile via di fuga. Le storie del cd sono vere, nel senso che il protagonista, l’io narrante, le ha vissute o viste direttamente. Non è un caso che Knowle West sia il nome del quartiere in cui è cresciuto: “un posto“ – ricorda – “dove non c’era nessun pregiudizio razziale. Eravamo tutti ugualmente poveri”. Stridono le chitarre, nella cover di “Slow” di Kylie Minogue, bruciano le voci, nel patchwork fra hip hop e rock di Coalition, dura fino all’osso, arrivano tocchi oscuri e intensissimi, in “Past Mistake”; ma è soprattutto l’idea di un soul moderno e contaminato con il presente a essere portata avanti con un piglio credibile e contagioso (per esempio, in “Far Away”, atto d’amore per altri mondi ed epoche, eppure ben piantato nel presente). Se, insomma, nello stesso disco possono convivere i ritmi della giungla urbana e quelli della scena indie britannica, il merito è di un’inquietudine che ha portato Tricky a rifare pezzi e ambientazioni, per più di un anno, e a negarsi alla sala di incisione per un po’, il tempo giusto per arrivare fino a questo: se non un punto di svolta, un perno su cui far ruotare una carriera rinnovata. Già immaginiamo la diffidenza di chi ritiene il personaggio oramai bruciato dal suo imponente passato. Qui però c’è una voglia di andare avanti e ribaltare le attese che farà ricredere gli scettici. Cinque anni di estenuanti ricerche, oltre che di altre vite, che si ritrovano in un fiume sonoro in piena, difficilmente arginabile, nato stavolta fra le strade prive di misericordia di Los Angeles.

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...