PUBLIC STRAIN
Jagjaguwar/Goodfellas

Come era stato in occasione dell’omonimo debutto, pure per la produzione di Public Strain ci si affida a Chad Van-Gaalen. Uno che sembra avere capito quale sia il verso con cui prendere una band che diversamente correrebbe il rischio di risultare svogliata e autoreferenziale.
E invece già da Can’t You See, un mantra ripetuto all’infinito sul quale è tessuta una tela di distorsioni e riverberi, si comprende che nella discografia dei quattro canadesi questo può essere già l’album definitivo. Heat Distraction, che segue, è l’esatto contrario: sono delle irriverenti tastiere a prendere la scena e a colorare armonie di certo sghembe, come piaceva comporne a qualche art-rocker di inizio ’90, ma intrise di un’eco pop che è il vero valore aggiunto. Lo stesso che si ritrova, intatto nel suo splendore e accresciuto da coriandoli di bassa fedeltà e interferenze, in Narrow With The Hall, Bells e Penal Colony. E se China Steps evoca i Beach House, Untogether e Venice Lockjaw contribuiscono a dilatare la percezione spazio-temporale in cui gli strumenti si muovono.
Public Strain risulta così opera di grande maturità e dalle continue sorprese, che contribuisce a dimostrare come non sia da tutti i giorni imbattersi in un ensemble che, con totale competenza, fa andare di pari passo armonia e rumore. Come i ragazzi di Patrick Flegel sono geniali nel rendere con la più assoluta semplicità ritmi fragili che danno la sensazione di venire improvisati e che, al contrario, richiedono certosina perizia nell’esecuzione (Eyesore), così, con rapida dissolvenza e trascorsi pochi secondi (a volte addirittura all’interno della medesima composizione), sono da mandare a memoria gli esperimenti più marcatamente noise.
Sempre tenendo presente che gli estremi dei Women sono tutt’altro che frastagliati e di difficile assimilazione. È vero, anzi, l’esatto contrario: possiedono il perfetto punto di equilibrio tra riverberi notturni e abbaglianti chiarori.

Tratto dal Mucchio n°674

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....