PUBLIC STRAIN
Jagjaguwar/Goodfellas

Come era stato in occasione dell’omonimo debutto, pure per la produzione di Public Strain ci si affida a Chad Van-Gaalen. Uno che sembra avere capito quale sia il verso con cui prendere una band che diversamente correrebbe il rischio di risultare svogliata e autoreferenziale.
E invece già da Can’t You See, un mantra ripetuto all’infinito sul quale è tessuta una tela di distorsioni e riverberi, si comprende che nella discografia dei quattro canadesi questo può essere già l’album definitivo. Heat Distraction, che segue, è l’esatto contrario: sono delle irriverenti tastiere a prendere la scena e a colorare armonie di certo sghembe, come piaceva comporne a qualche art-rocker di inizio ’90, ma intrise di un’eco pop che è il vero valore aggiunto. Lo stesso che si ritrova, intatto nel suo splendore e accresciuto da coriandoli di bassa fedeltà e interferenze, in Narrow With The Hall, Bells e Penal Colony. E se China Steps evoca i Beach House, Untogether e Venice Lockjaw contribuiscono a dilatare la percezione spazio-temporale in cui gli strumenti si muovono.
Public Strain risulta così opera di grande maturità e dalle continue sorprese, che contribuisce a dimostrare come non sia da tutti i giorni imbattersi in un ensemble che, con totale competenza, fa andare di pari passo armonia e rumore. Come i ragazzi di Patrick Flegel sono geniali nel rendere con la più assoluta semplicità ritmi fragili che danno la sensazione di venire improvisati e che, al contrario, richiedono certosina perizia nell’esecuzione (Eyesore), così, con rapida dissolvenza e trascorsi pochi secondi (a volte addirittura all’interno della medesima composizione), sono da mandare a memoria gli esperimenti più marcatamente noise.
Sempre tenendo presente che gli estremi dei Women sono tutt’altro che frastagliati e di difficile assimilazione. È vero, anzi, l’esatto contrario: possiedono il perfetto punto di equilibrio tra riverberi notturni e abbaglianti chiarori.

Tratto dal Mucchio n°674

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...