artworks-000057946306-v5l7uk-original
Wooden Shjips

Back To Land

Thrill Jockey
8

Lo premetto, non sono la persona più adatta per recensire un disco dei Wooden Shjips. Con fedeltà partigiana, reputo la formazione americana una delle ragioni per le quali, dalla metà dello scorso decennio, si è assistito alla ripresa della scena psichedelica che ha sfornato, senza soluzione di continuità, band e produzioni oltre ogni più rosea aspettativa. Aggiungete che l’indiscusso deus ex machina, Ripley Johnson, è un musicista che, pure nei progetti collaterali, ha la capacità di incantare con ritmi di certo derivativi ma aggiornati alle esigenze del terzo millennio (le opere di Moon Duo, in tal senso, valgono più di mille parole), ed ecco che la già bassa asticella di obiettività che mi è rimasta, va definitivamente a farsi benedire.

Anche perché tra i loro album – con Back To Land siamo a quota sei, comprese un paio di raccolte dei primissimi, introvabili singoli – non riesco a trovarne nessuno, pure sforzandomi, meno che eccellente. Non certo West, vecchio ormai di un paio d’anni, che con lo stesso Back To Land ha numerosi punti di contatto, quasi che questo rappresenti il fisiologico seguito di quello: influenzati dalle condizioni meteo trovate nell’Oregon (decisamente peggiori rispetto alle californiane), gli otto movimenti coniugano l’elettricità dei Settanta (Back To Land, Servants) con il profumo delle distorsioni, la sporcizia di qualche frenetico spunto garage (In The Roses) e il desiderio di dilatare gli spazi in modo che i suoni si aprano verso il cosmo con un percotente furore (Ghouls) che, alfine, si scioglie in appassionato abbraccio (Ruins, Other Stars, These Shadows, che sale oltre i cinque minuti e sembra la più radiofonica delle composizioni).

La missione è portata a compimento, ecco il principale merito che ai Wooden Shjips va riconosciuto, con un’anima melodica (non dico pop, che potrebbe apparire blasfemo…) dalla disarmante semplicità; come se fosse naturale, per chi con le chitarre sperimenta, generare atmosfere lisergiche con grazia tale da perdersi nell’ossessiva ripetizione.

Pubblicato su Mucchio 712

 

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...