artworks-000057946306-v5l7uk-original
Wooden Shjips

Back To Land

Thrill Jockey
8

Lo premetto, non sono la persona più adatta per recensire un disco dei Wooden Shjips. Con fedeltà partigiana, reputo la formazione americana una delle ragioni per le quali, dalla metà dello scorso decennio, si è assistito alla ripresa della scena psichedelica che ha sfornato, senza soluzione di continuità, band e produzioni oltre ogni più rosea aspettativa. Aggiungete che l’indiscusso deus ex machina, Ripley Johnson, è un musicista che, pure nei progetti collaterali, ha la capacità di incantare con ritmi di certo derivativi ma aggiornati alle esigenze del terzo millennio (le opere di Moon Duo, in tal senso, valgono più di mille parole), ed ecco che la già bassa asticella di obiettività che mi è rimasta, va definitivamente a farsi benedire.

Anche perché tra i loro album – con Back To Land siamo a quota sei, comprese un paio di raccolte dei primissimi, introvabili singoli – non riesco a trovarne nessuno, pure sforzandomi, meno che eccellente. Non certo West, vecchio ormai di un paio d’anni, che con lo stesso Back To Land ha numerosi punti di contatto, quasi che questo rappresenti il fisiologico seguito di quello: influenzati dalle condizioni meteo trovate nell’Oregon (decisamente peggiori rispetto alle californiane), gli otto movimenti coniugano l’elettricità dei Settanta (Back To Land, Servants) con il profumo delle distorsioni, la sporcizia di qualche frenetico spunto garage (In The Roses) e il desiderio di dilatare gli spazi in modo che i suoni si aprano verso il cosmo con un percotente furore (Ghouls) che, alfine, si scioglie in appassionato abbraccio (Ruins, Other Stars, These Shadows, che sale oltre i cinque minuti e sembra la più radiofonica delle composizioni).

La missione è portata a compimento, ecco il principale merito che ai Wooden Shjips va riconosciuto, con un’anima melodica (non dico pop, che potrebbe apparire blasfemo…) dalla disarmante semplicità; come se fosse naturale, per chi con le chitarre sperimenta, generare atmosfere lisergiche con grazia tale da perdersi nell’ossessiva ripetizione.

Pubblicato su Mucchio 712

 

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....