artworks-000057946306-v5l7uk-original
Wooden Shjips

Back To Land

Thrill Jockey
8

Lo premetto, non sono la persona più adatta per recensire un disco dei Wooden Shjips. Con fedeltà partigiana, reputo la formazione americana una delle ragioni per le quali, dalla metà dello scorso decennio, si è assistito alla ripresa della scena psichedelica che ha sfornato, senza soluzione di continuità, band e produzioni oltre ogni più rosea aspettativa. Aggiungete che l’indiscusso deus ex machina, Ripley Johnson, è un musicista che, pure nei progetti collaterali, ha la capacità di incantare con ritmi di certo derivativi ma aggiornati alle esigenze del terzo millennio (le opere di Moon Duo, in tal senso, valgono più di mille parole), ed ecco che la già bassa asticella di obiettività che mi è rimasta, va definitivamente a farsi benedire.

Anche perché tra i loro album – con Back To Land siamo a quota sei, comprese un paio di raccolte dei primissimi, introvabili singoli – non riesco a trovarne nessuno, pure sforzandomi, meno che eccellente. Non certo West, vecchio ormai di un paio d’anni, che con lo stesso Back To Land ha numerosi punti di contatto, quasi che questo rappresenti il fisiologico seguito di quello: influenzati dalle condizioni meteo trovate nell’Oregon (decisamente peggiori rispetto alle californiane), gli otto movimenti coniugano l’elettricità dei Settanta (Back To Land, Servants) con il profumo delle distorsioni, la sporcizia di qualche frenetico spunto garage (In The Roses) e il desiderio di dilatare gli spazi in modo che i suoni si aprano verso il cosmo con un percotente furore (Ghouls) che, alfine, si scioglie in appassionato abbraccio (Ruins, Other Stars, These Shadows, che sale oltre i cinque minuti e sembra la più radiofonica delle composizioni).

La missione è portata a compimento, ecco il principale merito che ai Wooden Shjips va riconosciuto, con un’anima melodica (non dico pop, che potrebbe apparire blasfemo…) dalla disarmante semplicità; come se fosse naturale, per chi con le chitarre sperimenta, generare atmosfere lisergiche con grazia tale da perdersi nell’ossessiva ripetizione.

Pubblicato su Mucchio 712

 

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...