Splendid Isolation

Mole/Karma

Piccoli ungheresi crescono. Teneteli d’occhio. Un po’ perché da grandi potrebbero dire cose interessanti, un po’ per vigilare che non buttino a mare troppo in fretta i pregi della loro infanzia. Yonderboi (al secolo Lazslo Fogarasi) ha solo ventiquattro anni ma “Splendid Isolation” è già il suo secondo album; col primo, “Shallow And Profound”, si era fatto un nome nel circuito di nicchia del downbeat cinematico, quel territorio che va da Kruder&Dorfmeister alla Cinematic Orchestra, tanto per intenderci. Una nicchia comoda, tranquilla, con una sua autosufficienza. Ora però il nostro ragazzotto magiaro vuole fare di più. Fa bene, fa male? Entrambe. Fa bene perché la volontà di crescere è comunque una cosa da apprezzare a priori in un musicista. Fa male, perché gli episodi migliori di questo disco (“All We Go To Hell”, “Amor”, “Eyes For You”, “Before You Snap”) sono proprio quelli in cui Yonderboi si esercita ancora sugli stilemi per cui si è fatto conoscere (alla traccia ritmica da hip-hop lento e indolente aggiunge bei sapori di malinconia propri dell’Europa dell’Est); nel resto, dove si tenta la scalata verso un mainstream pop intelligente e agro (roba alla Richard Ashcroft, per dire), sono ancora poche le cose degne di nota, con l’eccezione dell’ottima “Love Hides”. Ma è ancora giovane, Lazlo. Si farà. Può valere la pena tenerlo d’occhio.

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...