NATI PER SUBIRE
La Tempesta/Venus

Pur rimanendo sempre estremamente riconoscibili, fino a questo momento gli Zen Circus avevano realizzato dischi abbastanza diversi tra loro, nell’ambito di un cammino di crescita e progressiva maturazione fatto di deviazioni magari non radicali ma comunque significative. Nati per subire, settimo album del trio pisano, si colloca invece in diretta continuità rispetto al precedente Andate tutti affanculo (2009), per almeno due motivi: anzitutto perché anch’esso è interamente cantato in italiano; poi, perché prosegue lungo la strada della contaminazione tra spessore compositivo cantautorale e osservazione sociale del quotidiano. Ove però lì era la rabbia, fin dal titolo, il punto di vista che qui prevale è quello, rassegnato, di chi sa di avere ormai perso la propria battaglia col mondo.
Una sorta di “ciclo dei vinti” (se ci passate il parallelismo verghiano) per raccontare il quale Appino, Ufo e Karim fanno sfoggio di una profondità e di una raffinatezza che lasceranno di sale quanti vedono in loro solo dei busker un po’ sporchi e volgarotti.
Continuano a non avere peli sulla lingua, certo, ma si dimostrano
capaci di invenzioni di gran classe: nelle liriche, spaccati di vita
vissuta o verosimile efficaci e sovente controversi, e nelle musiche, dove si incontrano il folk-punk degli esordi e un elettrico rock metropolitano. Tanto che, se in Ragazzo eroe e Nel Paese che sembra una scarpa si scorge ancora l’influenza dei Violent Femmes,
L’amorale è acidula come lo erano i Pixies, I qualunquisti si appoggia su un ritornello inconfondibilmente punk e le chitarre sul finale de Il mattino ha l’oro in bocca non sono così distanti da quelle delle cavalcate liquide e abrasive dei Mogwai. Un lavoro scomodo, forse, per i temi che tratta (e per come li tratta), ma anche per questo importante, oltre che pienamente soddisfacente: proprio ciò che ci si aspetta da – ormai possiamo dirlo – una delle formazioni più rilevanti dello Stivale.

Tratto dal Mucchio n° 687

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...